Televisione, Gossip e Società. Parlarne.net

Peter Falk morto. Il Tenente Colombo vola via…



E’ morto Peter Falk, il “tenente Colombo” dallo sguardo svagato e l’impermeabile spiegazzato, protagonista amato della serie televisiva nata nel 1967 sul canale americano Nbc e diventata un culto in Italia alla fine degli anni ’70. L’attore, malato da tempo di Alzheimer, aveva 83 anni. La notizia è stata diffusa dai familiari, che non hanno rivelato la causa della morte, avvenuta ieri notte a Los Angeles.

Nato a New York nel 1927, da padre polacco di origini ungheresi e da madre russa, prima di iniziare la carriera artistica Peter Michael Falk aveva lavorato come impiegato dello Stato del Connecticut. Annoiato dalla routine d’ufficio, aveva iniziato a studiare recitazione, facendosi le ossa in teatro a Broadway. A cavallo degli anni ’50 e ’60 erano arrivate le partecipazioni in serie tv. Ai confini della realtà, Alfred Hitchcock presenta e Naked City. Ma il cinema gli aveva regalato, nel 61, l’indimenticabile ruolo di simpatico malavitoso al fianco del boss superstizioso Glenn Ford: Angeli con la pistola.

Quello sguardo un po’ così, diventato tratto distintivo dell’attore, era dovuto alla protesi oculare che l’attore portava da quando, a tre anni, gli avevano dovuto asportare l’occhio destro a causa di un tumore. Leggenda vuole che il boss Harry Cohn della Columbia Pictures abbia rifiutato Falk durante un casting dicendogli: “Per gli stessi soldi posso avere un attore con due occhi”. Il tenente Colombo era andato ininterrottamente in onda dal ’71 al ’78 e, visto il grande successo, ne sono stati girati anche dei film per la tv. Falk aveva vinto, grazie al suo personaggio, quattro Emmy Awards come migliore attore.

Falk aveva avuto due lunghi matrimoni. Negli anni ’60 aveva sposato Alycia Mayo, conosciuta quando erano entrambi studenti alla Syracuse University. La coppia aveva adottato due figli, Catherine e Jackie, e divorziato dopo sedici anni di unione. L’anno dopo la separazione, nel ’77, l’attore aveva sposato la collega Shera Danese, che appare in sei episodi della serie televisiva di Colombo. Gli ultimi anni, per Falk, erano stati difficili. Nel 2008 gli era stato diagnosticato il morbo di Alzheimer, la figlia adottiva Catherine ne aveva richiesto, e dapprima ottenuto, la tutela legale. Contro la decisione aveva fatto ricorso la seconda moglie, Shera Danese, cui l’attore, prima che la salute peggiorasse, aveva dato mandato di gestire la sua salute e i suoi affari.